Kovacic o Barkley?

Emanuele Mongiardo firma un bell’ articolo per l’Ultimo Uomo in cui analizza il contributo che può dare Kovacic al centrocampo del Chelsea. Come riporta Mongiardo

“Sarri, insomma, dovrà trasformare quello che per Zidane era diventato uno specialista in un centrocampista universale, capace di eccellere sia a ritmi bassi sia a ritmi alti, in transizione così come in fase di attacco posizionale, in una sponda verticale capace di giocare a un tocco come di portare palla per lunghi tratti. […] visto soprattutto l’istinto di Kovacic per le sponde e gli scambi stretti, su cui si fonda anche il calcio di Sarri (in inglese: Sarriball): le distanze ridotte e l’occupazione del campo con triangoli e rombi si sposano perfettamente con il talento di Kovacic, i movimenti coordinati gli permettono di avere sempre un compagno libero a cui appoggiare il pallone. In definitiva, Kovacic dovrà sacrificare qualche metro di conduzione per aumentare la propria costanza e la propria influenza sul gioco. Il Chelsea, invece, potrà forzare grazie a lui situazioni statiche, e Sarri ha a disposizione un altro giocatore con cui trasformare la pressione alta degli avversari in un’occasione per colpirli alle spalle (situazione che in Premier League si rivelerà decisa contro le squadre più aggressive, come Liverpool e City).”

“Accanto a Jorginho per ora sono partiti sempre titolari Kanté e Barkley: il primo per il suo apporto in fase di pressing e di transizione difensiva è una pedina irrinunciabile, ma Kovacic può ambire a prendere il posto di Barkley. L’inglese sembra aver riacquistato fiducia grazie a Sarri ma Kovacic sembra offrire un ventaglio di risorse più ampio.”

A proposito di Kanté ci siamo già espressi qui. Probabilmente sarà interessante capire cosa potranno offrire di differente (e come utilizzare in diversi momenti e a seconda della gara) Barkley e Kovacic. Nelle prime apparizioni Kovacic è sembrato garantire un maggiore apporto in fase di impostazione (spesso cercando Hazard spalle alla porta). Mentre Barkley sembra offrire un maggior apporto in termini di dinamismo, complice anche il fattore tempo (Kovacic si è aggiunto successivamente alla squadra).

Qui una video analisi di Ross Barkley

Sicuramente l’evoluzione e l’adattamento dei tre centrocampisti del Chelsea nel sistema di Sarri sarà uno degli spunti più interessanti da seguire nelle prossime gare dei Blues.

*Immagine Creative Commons