Sarri visto da Londra

Interessante articolo su outsideoftheboot.com sul Chelsea di Sarri. “Il super richiesto allenatore italiano che ha portato il Napoli a contendere il titolo alla Juventus per la prima volta dai tempi di Maradona, giocando il calcio più attraente d’Europa nelle ultime due stagioni”. La scelta di portare Sarri alla guida dei blues è descritta come “la più logica data la voglia dei tifosi di vedere un gioco attraente allo Stamford Bridge”.

Dopo aver ripercorso la carriera del tecnico toscano, si passa alle caratteristiche del gioco “ispirato al juego de posicion”, un calcio basato sul possesso della palla in contrasto con l’approccio “rigido e difensivo” di Antonio Conte. Il calcio di Sarri è basato sul collettivo, sulle combinazioni intorno alla pressione avversaria piuttosto che “basarsi su sprazzi di genialità dei singoli”.

Si ripercorre l’esperienza a Napoli, con il 4-3-3 che “per molti è il sistema di gioco naturale per il gioco di posizione” per i triangoli che si creano naturalmente in campo.

I tre uomini chiave vengono individuati in Hazard (ovviamente!), Jorginho e Kovacic definito come il perfetto n.8 nel sistema di Sarri.

Visto da Londra Sarri è l’allenatore che ha portato il Napoli a giocare il calcio più bello d’Europa. Visto dall’Italia è un omofobo, integralista che fa giocare sempre gli stessi e ha fallito arrivando secondo. Quando si dice Orgoglio Italiano!

* Immagine Creative Commons