Sarri per Napoli è come un amore finito che non riesci a dimenticare

Ci ho riflettuto. Ho provato ad argomentare, a ragionare ma mi sono beccato solo sequele di insulti. Poi ho
capito. Ho capito che a Napoli l’assenza di Sarri la si sta vivendo come una storia d’amore finita male. E allora è inutile parlare di campo, meglio leggere i consigli di Cosmopolitan sulle 13 cose che i ragazzi fanno dopo una rottura. Io ne ho trovate 9 che ho visto fare a tifosi e giornalisti.

Piangere sotto la doccia.

Piangi davanti alla tv, ad ogni azione poco fluida, ad ogni palla sbagliata,
ad ogni sincronismo che non funziona come prima.

Cominci a scorrere la timeline di Tinder in modo ossessivo. «Se metti il cuoricino, usciamo sicuramente insieme».

Ti ripeti “Ancelotti è bellissimo. Lui porterà una nuova bellezza. E poi fa il
turnover. E poi Insigne, guarda Insigne come gioca, guarda quanto segna!

Ti tappi in casa a guardare serie TV e divorare pizza surgelata.

Riguardi tutti i video, gli highlights, le
interviste del “Comandante”. E continui a ripetere “non sarà mai più così, mai più!”

Diventi uno stalker digitale.

Scrivi incessantemente di lui. Cosa fa al Chelsea. Quanto gioca bene il
Chelsea. Che risultati che fa il Chelsea. Questo sì che è gioco!

Provi a scrivere una serenata come ultima spiaggia per salvare la situazione.

Scrivi su facebook quanto era bello, unico, inarrivabile il tuo Comandante! E lo dice perfino la Treccani! E giù a postare le definizioni del termine “Sarrismo” tratte dalla famosa enciclopedia neanche fossero le immagini della finale di Champions!

Rimuovi tutti i ricordi di voi due insieme, come se la tua memoria fosse quella di un PC.

Basta, i 91 punti non esistono e non servono a nulla se non vinci. E poi cosa ha fatto in Europa? No, non è stata una grande stagione, anzi!

Giuri che non uscirai con nessuna donna, mai!

Non potrò mai amare questo Carletto qua!

Prendi a pugni qualsiasi cosa ti capiti a tiro.

Sei super irascibile e ti mangi vivo con sequele di insulti chiunque osi esprimere un giudizio che possa minimamente discostarsi dalla lode osannante del Comandante.

SU FACEBOOK SCRIVI STATUS DEL TIPO «L’AMORE È UNA BUGIA E NOI TUTTI MORIREMO SOLI.
PRIMA O POI CAPITERÀ ANCHE A TE, JESSICA» Stai cominciando a comportarti come un adolescente problematico!

Alcuni su Facebook , forse non conoscendo il termine con cui viene descritto il gioco di Sarri in Inghilterra, hanno interpretato come blasfemia il mio nic “Sarri Ball”, “Come osi autoproclamarti Sarri?” E giù insulti!

Ragazzi non dimentichiamo che come ripete spesso Maurizio Sarri, l’obiettivo è il DIVERTIMENTO!