Silvio Baldini: a Carrara per dimostrare di aver smussato il marmo

Ieri facendo zapping ho dato un occhio a Juventus U23 – Carrarese. Ho pensato che la storia di Baldini fosse una di quelle da raccontare. Poi però mi sono fermato perché è difficile raccontare un personaggio così controverso. Scorrendo la mia bacheca Facebook ho letto il post di Falso Nueve di cui voglio riportare alcuni stralci per consigliare a tutti questa interessantissima pagina.

Silvio Baldini non ha avuto una carriera facile. Certo, lui non ha mai fatto nulla per invertire la rotta. Nel mondo del calcio, quello patinato e convenzionale, è giusto che le società si affidino a professionisti – in questo caso allenatori – che portino il più alto possibile l’immagine del club che rappresentano.

Quindi scansiamo subito ogni equivoco: Baldini non è mai rientrato in questa categoria.
Nonostante ciò, mi fa veramente piacere rivederlo al lavoro, in una realtà importante come quella della Carrarese, che anche quest’anno tenterà di candidarsi a mina vagante della Serie C.

Falso Nueve Football Internazionale

Per chi non lo ricorda Silvio Baldini ha allenato tra serie A e B ad Empoli, Palermo, Parma e non solo. Ma è sulla panchina del Catania che accade il fattaccio. Nella prima giornata di campionato il suo Catania affronta il Parma di Di Carlo. Baldini viene espulso e dopo una lite con Di Carlo lo colpisce con un calcio alle terga. Seguono le esperienze ad Empoli (il ritorno) e a Vicenza fino ad Ottobre 2011. Poi sei anni fermo.

Da lì in poi se ne sono perse le tracce: alcuni problemi personali, uniti alla voglia di allontanarsi dal mondo del calcio, facevano presagire a un addio definitivo.
Invece l’estate scorsa Baldini è tornato in panchina, portando la Carrarese al secondo turno dei playoff promozione.
Il suo calcio, ai tempi dell’Empoli, era considerato uno dei più innovativi in circolazione.

Il suo Empoli giocava un 433 con diversi interpreti di valore, tra i quali spiccavano il centrale Cribari, Marco Marchionni (andato via nell’estate 2001), Mark Bresciano, Vincenzo Grella, Massimo Maccarone, Francesco Tavano, Tommaso Rocchi e Antonio Di Natale.
Falso Nueve Football Internazionale

Alla Carrarese Baldini ha ritrovato Ciccio Tavano e Marco Marchionni. Vorremmo glissare sulla retorica del contratto (Baldini non percepisce stipendio ma ha un bonus in caso di promozione). Sottolineiamo piuttosto la stima che tanti gli riconoscono per il suo lavoro in campo. Lo stesso Maurizio Sarri lo ha elogiato ai microfoni della Rai:

In Lega Pro ci sono tanti ottimi allenatori. Faccio un nome per tutti: Silvio Baldini, di lui ho una stima profonda

Quella di Baldini è una storia in chiaroscuro.

Baldini deve dimostrare di saper essere un professionista. La sua sfida è quella di far dimenticare le follie del passato lavorando e portando divertimento in campo.